• Giulia Pasqualetti

Il gattino arrabbiato istantaneo-classico del New York Times

• Copertina New York Times • Creatività Toilet Paper Magazine Maurizio Cattelan e Pierpaolo Ferrari • Photographer Pierpaolo Ferrari • Tartaruga Geochelone Paradalis Babcoki, Gatti Persiano attore, cuccioli addestrati AnimalSpotMilano • Assistenza sul set: Giulia Pasqualetti e Silvia Villa •

Un gatto è stato un must per la copertina del numero speciale di tecnologia di questa settimana del New York Times Magazine. Dopotutto, i gatti sono "la cosa più popolare su Internet", ha detto Pierpaolo Ferrari, uno degli artisti che hanno creato l'immagine di copertina.

Quell'immagine - un felino bianco, bagnato, con la schiena arcuata, il disprezzo radiante - appare su una singola linea di copertura: "Quindi Internet non ha funzionato come speravamo".

Oltre alla copertina, le foto degli interni che illustrano ciascuna delle storie di questa settimana su tecnologia e design sono opera di Maurizio Cattelan e Mr. Ferrari, una coppia di artisti impuri ampiamente conosciuta come la coppia dietro Toiletpaper, una rivista di fotografia . In precedenza avevano lavorato con il Times Magazine su diversi progetti, tra cui un'interpretazione fotografica della biblioteca di carte ricetta Betty Crocker del 1971 .

Le foto sono inconfondibilmente in linea con lo stile distintivo di Mr. Cattelan e Mr. Ferrari: spiritoso, vibrante, meticolosamente composto e proprio questo lato surreale. Come spiega un saggio introduttivo di Bill Wasik, gli articoli nel numero “meditano sul futuro di Internet in un momento in cui quel futuro non si è mai sentito più inquieto”, e le opere d'arte allegre e colorate fanno lievitare testi che potrebbero altrimenti essere presagiti. Una storia sulla censura in Turchia , per esempio, è illustrata da una foto del volto di un uomo con gli occhi coperti dalla punta di una donna; gli occhi dei cartoni animati sono dipinti sulle sue unghie.


"Hanno solo le loro immagini selvagge, futuristiche, simili a Internet che si svolgono nel loro universo", ha detto Kathy Ryan, direttore della fotografia per la rivista. " C'è un grande matrimonio di incredibilmente giocoso, sciolto e creativo, straordinariamente preciso ed efficiente."

La precisione delle immagini è particolarmente notevole data la rapidità con cui si sono riuniti. Dopo che il vicedirettore artistico della rivista, Ben Grandgenett, ha proposto di commissionare il sig. Cattelan e il sig. Ferrari per il problema, la sig.ra Ryan ha contattato il sig. Cattelan e il sig. Ferrari a metà ottobre con brevi descrizioni di ciascuna delle caratteristiche. Hanno restituito un pacchetto di idee e schizzi - fino a cinque o sei per prompt - poco più di una settimana dopo, e la signora Ryan, il signor Grandgenett e il direttore del design Gail Bichler hanno lavorato per svilupparli.

"Quando la NYT ti chiama, i tuoi brividi e tutti gli arti si congelano!", Ha detto il signor Cattelan in una e-mail. Ha chiamato il processo della commissione per il Times Magazine "un esame che mette alla prova i tuoi limiti, la tua capacità di produrre un'immagine originale, semplice ma complessa, accattivante ma non così ovvia".

Mr. Cattelan e il signor Ferrari erano nel studio a Milano, a pochi giorni dopo per scattare le foto. Tra questi: un albero che porta numerose specie di frutta, da banane e uva a ananas e limoni (per un articolo su WeChat , l'app cinese che fa tutto); la bocca di una donna, con i denti anteriori scheggiati, che aveva appena morso un iPhone (per il saggio introduttivo di Mr. Wasik); l'artista coreana Dain Yoon , che ha usato il trucco per dipingere il proprio viso più volte sopra il suo stesso viso (per un articolo sul selfhood degli adolescenti online ). Tutte le foto appaiono su sfondi saturi di colore che aggiungono al senso di stravagante sovraccarico sensoriale.

Gli artisti hanno anche arruolato i servizi di Giulia Pasqualetti, un addestratore di animali con cui hanno lavorato per più di un decennio. "Se abbiamo bisogno di una zebra, lei sa dove trovarla", ha detto Ferrari.

La signora Pasqualetti ha fornito loro Aisha, una tartaruga di cui coprivano gli adesivi emoji per illustrare una storia sul fandom online . Aisha è particolarmente amichevole, ha detto Ferrari, ed è un camminatore veloce (ish), che era l'ideale per un video che gli artisti speravano di produrre mentre camminava attraverso lo schermo. ("È la Linda Evangelista delle tartarughe", disse seccamente il signor Ferrari.)



"Lavoriamo velocemente con gli animali, sempre, perché non possono rimanere troppo a lungo", ha detto Ferrari. “Siamo sempre super pronti quando arrivano sul set - tutto deve essere pronto; sono le superstar. "

Oltre al brillante gattino di copertura, il signor Ferrari e il signor Cattelan hanno sparato a una serie di adorabili gatti pronti per il meme per una delle caratteristiche: tre di loro hanno la pelliccia fangosa, mentre un soffice persiano bianco spicca, completamente senza macchia e sportivo un'elegante collana di cristallo. L' articolo che accompagna , di Kevin Roose, esplora il divario tra Internet mentre la maggior parte di noi lo sperimenta e l'esperienza "di lusso" più pulita, più veloce e senza pubblicità disponibile per coloro che sono disposti a pagare.

Il signor Ferrari e il signor Cattelan hanno dovuto sparare tutti i loro colpi di gatto in cinque o dieci minuti, in modo da non stressare indebitamente gli animali, compreso il gatto con la copertura shampoo. "È super veloce", ha detto Ferrari - e un po 'imprevedibile. "Volevamo le diverse posizioni ed espressioni e, sai, non puoi comandare il modo in cui si muove."

Sebbene la fotografia si sia unita rapidamente in senso letterale, il signor Cattelan e il signor Ferrari considerano il tempo necessario per creare il loro lavoro in modo più ampio. "Giocare ai videogiochi, prendere un caffè espresso o fare un giro in bicicletta sono momenti importanti per prepararsi al difficile compito di produrre un'immagine", ha scritto Cattelan.

Detto questo, è importante per loro agire rapidamente su buoni impulsi. Cattelan ha citato una vecchia castagna: "L'ospite è come un pesce, dopo tre giorni puzza", ha scritto. "Lo stesso vale per le idee: adoriamo quelle molto fresche."

Articolo estratto da Toilet Paper Magazine

Backstage




50 visualizzazioni
Agenzia Animali - AnimalSpotMilano
  • Facebook - Grey Circle
  • Instagram - Grey Circle

Animal Spot Milano

Viale Sabotino 38 • 20135 Milano

+39 02 551 882 80

info@AnimalSpotMilano.it

Animal House Milano S.r.l

P. IVA 09706700961

Capitale sociale: 10.000,00 euro

Registro Imprese: Milano

R.E.A. Milano 2108618

Pec: animalhousemilano11@aruba.it